Spunti Programmatici

Se vuoi puoi leggere ogni singolo spunto programmatico cliccando sul numero corrispondente.

  1. Il sistema sicurezza

  2. Certezza della pena​​ e rimodulazione della legislazione penale e​​ processuale.

  3. Contrasto​​ alla criminalità organizzata,​​ contro il voto di scambio,​​ per la trasparenza degli appalti,​​ contro la corruzione​​ e​​ per lo sviluppo​​ economico e​​ turistico dell’Italia​​ (normativa anticorruzione approvata​​ in attesa di verificazione).

  4. Limiti agli sconti di pena per buona condotta in carcere e mai più​​ politiche o leggi “svuota carceri”, limiti alla prescrizione e obbligo di applicazione​​ puntuale​​ della recidiva.

  5. Interventi punitivi e severi di contrasto ai reati di violenza sessuale, di stalking, di lesioni permanenti, di gravi maltrattamenti in famiglia.

  6. Contrasto​​ al bullismo e al cyber bullismo. Incentivazioni alla famiglia per la cura e la crescita etica e culturale dei figli.

  7. Educazione civica come materia scolastica e cultura della legalità nelle scuole.

  8. Incentivazioni alla scuola nei vari gradi e investimenti per la formazione.

  9. Iniziative sociali e culturali di recupero del territorio per la riqualificazione delle aree urbane.

  10. Protezione “fasce deboli”,​​ anziani​​ vittime di reati.

  11. Contrasto allo sfruttamento della prostituzione e reati inerenti. Eliminazione della prostituzione dalle aree urbane e previsione di apposite aree o locali sicuri​​ dove svolgere l’attivita’. Istituzione di luoghi organizzati e controlli igienici e sanitari.

  12. Difesa della propria abitazione, negozio, ufficio​​ (normativa approvata in attesa di verificazione).

  13. Rimozione​​ dei​​ campi nomadi​​ abusivi, ricollocazioni​​ ed espulsioni​​ dei​​ nomadi irregolari​​ (normativa​​ approvata​​ in attesa di verificazione).

  14. Sgombero​​ degli​​ edifici occupati abusivamente​​ a prescindere dalle motivazioni politiche o sociali (centri sociali) e contro l’abusivismo edilizio(normativa approvata in attesa di verificazione).

  15. Interventi diretti a rimuovere l’accattonaggio​​ sui marciapiedi,​​ davanti agli ospedali, agli incroci stradali,​​ nelle stazioni,​​ nei parcheggi, all’uscita dei centri commerciali e alle chiese​​ (normativa​​ approvata in attesa di verificazione).​​

  16. Divieto e rimozione​​ dei mercatini abusivi e​​ contro​​ la concorrenza illegale e sleale. Pene​​ severe​​ per​​ gli esercizi pubblici irregolari o che fanno uso di prodotti nocivi,​​ spesso gestiti dagli stranieri. Divieto di vendita ambulante sulle spiagge​​ (quest’ultima​​ proposta è stata approvata ed​​ in attesa di verificazione).

  17. Contrasto ai reati ambientali ed ecologici​​ (contro l’inquinamento atmosferico, dell’acqua, della terra, dell’aria e rispetto degli eco-sistemi naturali).​​ Contrasto alla tossicità alimentare. Raccolta rifiuti differenziata.

  18. Processi su Skype ed evitare che il testimone di un reato abbia l’obbligo di dichiarare pubblicamente le proprie generalità: eliminare rischi di intimidazione.

  19. Reato specifico commesso dalle banche o istituti finanziari finalizzato alla difesa dei risparmiatori.

  20. Contrasto all’evasione fiscale in modo efficace e risolutivo.

  21. Contrasto​​ agli ingressi incontrollati e deleteri​​ di​​ extracomunitari​​ e governo del fenomeno migratorio.​​ (normativa approvata che interviene su alcuni aspetti)

  22. Uffici immigrazione efficienti.

  23. Accoglienza degli immigrati a carico degli enti locali o istituzioni. Responsabilità​​ delle cooperative o associazioni che si occupano dell’accoglienza degli immigrati, dei corsi di formazione e dei comportamenti illeciti commessi dagli immigrati.

  24. Contrasto​​ al caporalato​​ e allo​​ sfruttamento dei lavoratori,​​ approfittando delle indigenti condizioni economiche​​ delle persone.

  25. No​​ Ius​​ soli:​​ quando,​​ come​​ e perché​​ la cittadinanza italiana.

  26. Contrasto​​ al terrorismo anche attraverso il potenziamento dell’intelligence. Impedimento dell’utilizzo del web per la propaganda fondamentalista e colpire il finanziamento occulto al fanatismo religioso.

  27. Prevenzione sulle attivita’ religiose fondamentaliste e maggiore collaborazione da parte delle comunità​​ musulmane.

  28. Ingaggio per le attività​​ delle forze dell’ordine nei servizi di ordine pubblico durante manifestazioni politiche, sportive e di varia natura .

  29. Accorpamento forze dell’ordine e riorganizzazione sul territorio nazionale.

  30. Coordinamento regionale delle polizie locali delle singole città​​ metropolitane e dei comuni, per garantire un controllo capillare del territorio.​​

  31. Coordinamento e razionalizzazione forze di polizia.​​

  32. Riforma delle polizie locali.

  33. Leggi a​​ tutela​​ delle forze dell’ordine e del pubblico ufficiale, incaricato​​ di pubblico servizio o utilità. Aumento e potenziamento di strumenti di dissuasione, mezzi, strutture, edifici delle forze dell’ordine e delle polizie locali.

  34. Aumento di operatori delle forze di polizia e delle polizie locali in ambito nazionale e locale.

  35. Incentivi economici e professionali per le forze dell’ordine.

  36. Correzione della criticità del n.u.e. “numero unico europeo” o c.u.r. “centrale unica di risposta”, che complica e rallenta gli aiuti e i soccorsi ai cittadini.

  37. “applicazione” informatica direttamente sullo smartphone per segnalazioni inerenti situazioni di criticità, insicurezza, pericolo o disagio

  38. Migliorare la sicurezza delle autostrade e delle tangenziali

  39. Sicurezza integrata tra pubblico e privato intesa come sorveglianza partecipata.

  40. Il carcere e il sistema penitenziario sotto l’aspetto educativo.

  41. Il carattere punitivo del carcere

  42. Mediatore dei conflitti.

  43. Interventi per la sburocratizzazione, semplificazione e trasparenza della macchina comunale e statale per migliorare i servizi ai cittadini e alle imprese. Controllo dei lavori pubblici eseguiti dalle concessionarie

  44. Contrasto all’assenteismo ingiustificato sul posto di lavoro.

  45. Valutazione e differenze sulla scelta proibizionista o anti-proibizionista relativa all’illegale vendita delle sostanze stupefacenti.

  46. Assessore con delega alla sicurezza,​​ competente in materia​​ .

  47. Tavolo permanente per categorie di lavoratori per monitorare la sicurezza.

  48. Prevenzione incendi e catastrofi ambientali.

VI CHIEDIAMO DI CONTINUARE A LEGGERE PERCHÉ IL VOSTRO PARERE È FONDAMENTALE